Il pesce azzurro: proprietà, benefici e usi in cucina

Il pesce azzurro: proprietà, benefici e usi in cucina

Aringa e sgombro, ma anche sardine, acciughe e tonno: quella del pesce azzurro è una categoria ricca di esemplari pregiati e saporiti, che condividono numerose proprietà nutritive e organolettiche. Ma quali pesci rientrano in questa famiglia? E perché, se consumati in maniera regolare, sono un vero toccasana per la salute? In questa guida, cercheremo di fare chiarezza sulla definizione di pesce azzurro, passeremo in rassegna le specie che ne fanno parte e ne analizzeremo valori nutrizionali e benefici per l'organismo. Vedremo inoltre le preparazioni culinarie più indicate per questo alimento e scopriremo le buone pratiche di Findus per preservare la qualità naturale del suo pesce azzurro.

 

Cosa si intende per pesce azzurro e quali sono i pesci che appartengono a questa categoria?


Il termine "pesce azzurro" fa riferimento a una denominazione commerciale, usata per definire specialità ittiche accomunate da particolari caratteristiche fisiche e nutrizionali.

Rientrano nella categoria i pesci d'acqua salata di taglia medio-piccola, dal corpo affusolato e con una colorazione del dorso tendente all'azzurro. Vivono in branchi e vengono pescati in grandi quantità, ragione per cui sono facilmente reperibili a prezzi economici. A dispetto della convenienza, si tratta comunque di varietà pregiate: le carni del pesce azzurro sono ricchissime di grassi insaturi e presentano una buona concentrazione di vitamine e minerali.

Esempi di pesce azzurro sono gli sgombri, le aringhe, le sardine e le acciughe; la categoria comprende anche specie meno popolari, come la leccia, il cicerello, la costardella e lo spratto. Nonostante le dimensioni, sono spesso inclusi nella medesima classificazione gli esemplari di tonno e pesce spada. Per la sua ricchezza in omega 3, anche il salmone può essere inserito nella lista.



Tutte le proprietà e i valori nutrizionali del pesce azzurro


Il pesce azzurro è un concentrato di virtù nutritive. Ha infatti carni facilmente digeribili, ricche di proteine ad alto valore biologico e caratterizzate da buone concentrazioni di grassi polinsaturi. Tra i grassi, spiccano soprattutto gli omega 3, in particolare EPA e DHA: si tratta di acidi grassi definiti essenziali, poiché non possono essere prodotti in autonomia dal corpo umano e devono,  necessariamente, essere introdotti con la dieta.

Un altro punto a favore del pesce azzurro è il notevole apporto di minerali, in particolare iodio e fosforo; alcune specie abbondano anche di ferro e calcio. Non mancano neppure le vitamine, in particolare dei gruppi A, B, D ed E.

L'apporto energetico è modesto e si attesta mediamente sulle 130 Kcal per 100 grammi di prodotto: se preparato senza troppi intingoli, il pesce azzurro può essere consumato anche da chi segue una dieta ipocalorica.


Tutti i benefici del pesce azzurro: perché integrarlo nella dieta?


Un consumo regolare di pesce azzurro ha molteplici benefici sulla salute. In particolare:

  • È un prezioso alleato del cuore: gli omega 3 contenuti nel pesce azzurro contribuiscono a tenere a bada i livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi; gli omega 3 svolgono, quindi, un'azione protettiva sull'intero apparato cardiocircolatorio e aiutano a prevenire danni vascolari o patologie come l'infarto o l'aterosclerosi;
  • Mantiene attivo il cervello: il consumo di acidi grassi è correlato a migliori performance cognitive, comprese una maggiore capacità di attenzione e di memorizzazione. Nei bambini, gli omega 3 migliorano lo sviluppo neurologico e la velocità di apprendimento; negli anziani, contrastano i processi degenerativi legati all'età;
  • Fa bene alle ossa: il pesce azzurro è un'ottima fonte di vitamina D. Questo prezioso micronutriente, indispensabile per lo sviluppo e il mantenimento dell'apparato scheletrico, svolge inoltre un'azione preventiva nei confronti di patologie come il rachitismo o l'osteoporosi. Il pesce azzurro contiene anche fosforo, che si deposita nelle ossa sotto forma di idrossiapatite e ne costituisce il componente principale;
  • È amico della linea: il pesce azzurro vanta un apporto calorico contenuto e, anche se ricco di grassi, questi sono soprattutto di tipo insaturo. Il contenuto di proteine di alto valore biologico assicura un buon apporto di amminoacidi essenziali;
  • Aiuta a combattere le infiammazioni: il pesce azzurro ha proprietà antinfiammatorie. Il merito è soprattutto degli acidi grassi omega 3, ai quali si associa una potente azione immunomodulatoria. Oltre al trattamento degli stati infiammatori cronici, come asma o allergie, gli omega 3 sono indicati per contrastare problemi della pelle come eczemi, acne o dermatiti;
  • Regola il metabolismo: le carni del pesce azzurro sono ricche di iodio, un minerale indispensabile per il corretto funzionamento della tiroide. Questa ghiandola, a sua volta, ha un ruolo importantissimo nel controllo di numerosi processi metabolici tra i quali il metabolismo di zuccheri e grassi, allo scopo di garantire un impiego sempre efficiente dell'energia.

Come consumare al meglio il pesce azzurro: consigli, suggerimenti e usi in cucina


Il pesce azzurro si presta a un'infinità di ricette. Può essere gustato al naturale, ad esempio cotto al cartoccio o stufato in padella nei suoi stessi succhi, oppure lo si può arricchire con verdure, frutta secca e mix di spezie. Delizioso al forno, ripieno o gratinato con le patate, è altresì ottimo in guazzetto o come base per zuppe saporite. Anche arrostito alla brace è particolarmente apprezzato, soprattutto se sottoposto a una preventiva marinatura.

Le sue carni si sposano alla perfezione con la maionese, la salsa tartara, la guacamole e i condimenti a base di agrumi; c'è anche chi le ama alla pizzaiola, accompagnate da pomodori, capperi e olive.

Per incentivarne il consumo nei bambini, si può adoperare il pesce azzurro per preparazioni sfiziose e irresistibili: pastellato e fritto, oppure utilizzato come ripieno di nuggets e polpette, saprà conquistare anche i palati più difficili.



Findus e il pesce azzurro: la qualità naturale dei prodotti ittici Findus


Per le sue referenze di pesce azzurro, Findus opera una selezione attenta, orientata alla ricerca degli esemplari migliori.

A garanzia della massima qualità, i pesci catturati vengono sfilettati ancora freschi, quindi puliti, porzionati e surgelati in brevissimo tempo. Talvolta è prevista anche una fase finale di glassatura: l'alimento viene ricoperto da uno strato di ghiaccio protettivo, che scongiura fenomeni di disidratazione e ossidazione, preservando a lungo la freschezza del pesce.

Grazie al tempestivo processo di surgelazione, si gode della garanzia di una conservazione sicura e naturale, senza che sia necessario ricorrere ad alcun additivo di sintesi.