Condividi su
Condividi su

Primavera! 5 giochi all'aria aperta da riscoprire con i tuoi bambini

Giochi per bambini all’aperto – giochi da fare all’aperto per bambini
Il tempo si fa caldo, le giornate si allungano, la primavera è alle porte... il momento è ideale per uscire. Ecco cinque giochi per bambini da fare all’aria aperta. Per divertirsi, passare il tempo e mettersi alla prova con la famiglia. In cortile, al parco o in giardino ce n’è per tutti i gusti.

Che sia autunno o primavera la musica non cambia. Perché i bambini si annoino basta poco, se sono a casa e i compiti sono finiti. Come rompere la routine? Coinvolgendoli in giochi all’aria aperta per bambini: che sia un picnic o una merenda puoi organizzare una serie di attivià per farli muovere, sfidare, divertire senza ricorrere a tv o videogiochi. Possono essere di movimento o più tranquilli, da fare o due o con un gruppo di amici, meglio ancora se ripescati dalla tradizione. Ecco allora una serie di giochi all’aperto. E se volete saperne di più, dritte e consigli su Il giardino dei giochi dimenticati (Salani, 206 pag) di Giorgio Reali e Niccolò Barbiero.

La pista dei tappi (da due giocatori in su)
In questo gioco all’aria aperta per bambini servono: tappi a corona quanti sono il numero di bambini, un gessetto colorato, sassi di diverse dimensioni.
Come si fa: disegna nel cortile di casa la pista di tappi, deve essere larga almeno una spanna e lunga 10 metri. Traccia la linea di partenza e di arrivo e con i sassi "rinforza" le curve che aiuteranno i concorrenti a non uscire dalla pista.
Come si gioca: tira il tappo con l'indice o il dito medio tenendo la mano appoggiata a terra. A turno i giocatori fanno la loro mossa, ma chi esce dal tracciato perde un turno e deve ripartire dalla stessa posizione del tiro precedente. Vince chi al termine dei tre giri arriva per primo sulla linea del traguardo.

Il cerchio pieno zeppo (da tre giocatori in su)
In questo gioco all’aria aperta per bambini servono: almeno 10 biglie per ogni bambino, un gessetto colorato (o del nastro).
Come si fa: traccia con il gesso (o con del nastro) un cerchio di 30 cm di diametro e segna a circa 3 metri dal cerchio una linea da non oltrepassare.
Come si gioca: tutti i giocatori mettono nel cerchio almeno 4 biglie (non importa la posizione). Da dietro la linea, a turno ogni giocatore lancia la sua biglia mirando a quelle del cerchio. Le biglie "bocciate" (cioè buttate fuori dal cerchio) vengono vinte dal giocatore. Se nessuna esce, il bambino perde la sua biglia che si va ad aggiungere a quelle in palio. Vince chi ottiene il maggior numero di biglie.

Il fuggiasco (da cinque giocatori in su)
In questo gioco all’aria aperta per bambini servono: foglietti di carta, una penna, una scatola.
Come si fa: su ogni foglietto scrivi il ruolo di ogni giocatore: un re, una regina, un battitore, un fuggiasco, un soldato, un fuggiasco. Se i bambini sono più di cinque puoi aggiungere conti, duchesse e così via. Piegali e mettili nella scatola per l'estrazione.
Come si gioca: al "via" il gioco entra nel vivo: il re controlla il gioco e decide le penitenze, la regina aiuta il re, il soldato cattura il fuggiasco e quest'ultimo non deve farsi scoprire. Gli altri giocatori sono liberi di creare confusione e confondere gli altri giocatori. L'obiettivo è non far capire al resto dei partecipanti qual è il proprio ruolo e aiutare il fuggiasco o il soldato con una serie di tranelli, fughe e false dichiarazioni. Il re decide quando sospendere il gioco e vedere i ruoli scritti sui bigliettini: se il soldato avrà catturato il fuggiasco è il vincitore e il re potrà decidere la sua penitenza.

"Napoleone dichiara guerra a..." (da otto giocatori in su)
In questo gioco all’aria aperta per bambini servono: gessetti colorati
Come si fa: disegna per terra i profili di alcune nazioni quante sono il numero di giocatori escluso uno (Napoleone). Il disegno deve riprendere la grandezza reale dello Stato e avere al suo interno il nome.
Come si gioca: il Napoleone di turno si mette a circa 20 passi dalle nazioni e chiama quella che vuole conquistare ("Napoleone dichiara guerra alla Spagna", ad esempio). I giocatori devono correre e occupare lo Stato dichiarato. Chi non riesce ad entrare in tempo nel cerchio è eliminato. Vince il Napoleone che ha eliminato più nemici.

La coda del cavallo (da dieci giocatori in su)
In questo gioco all’aria aperta per bambini servono: uno spago, graffette, nastro colorato, forbici.
Come si fa: piega una graffetta di modo da poterla "agganciare" al nastro che andrà legato in vita a metà dei partecipanti. Ogni graffetta avrà incastrato un nastro colorato.
Come si gioca: formate due squadre: i cacciatori da una parte del campo di gioco e i cavalli con la coda dall'altra. Al via i cavalli devono galoppare verso il lato dei cacciatori e viceversa. Quando si incrociano, i cacciatori devono conquistare, pestandola, la coda dei cavalli che rimarrà sul terreno. Non è valido usare le mani. Il cavallo che perde la coda viene eliminato e al termine della prima manche i ruoli si invertono. Vince la squadra che ha eliminato tutti gli avversari con meno "incroci".

 

Contenuti redatti in collaborazione con Network Comunicazione