Condividi su
Condividi su

Non solo ferro: dal potassio al calcio, tutti i sali minerali degli spinaci

“ Quali sono i sali minerali negli spinaci? Scopri tutte i minerali degli spinaci e i benefici per la salute. ”
Calcio, magnesio, ferro, potassio. Alzi la mano chi ricorda le formule chimiche che si studiavano a scuola. Eppure, i sali minerali sono una delle componenti fondamentali per la salute del nostro organismo, perché, fungendo da catalizzatori di diverse reazioni chimiche, permettono ai vari meccanismi del corpo umano di non incepparsi. E come facciamo ad assumere la giusta quantità di sali minerali? Prima di tutto, attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata. I sali minerali degli spinaci, per esempio, sono molti e sono una delle maggiori fonti di queste preziose sostanze che possiamo portare in tavola.
Dal potassio al magnesio, passando per calcio, fosforo e zinco, grazie a un regime alimentare ricco e salutare, possiamo garantire al nostro organismo la giusta dose di minerali utili per immagazzinare e produrre energia e per aiutare il nostro corpo a combattere le malattie. Così, i sali minerali negli spinaci aiutano la salute: basta mettere in tavola un piatto “dolcemente verde” per procurarci la giusta quantità di sali minerali, senza rinunciare al gusto!
Ferro e vitamina C: quali alimenti abbinare agli spinaci?

Per aiutare l’intestino ad assimilare il ferro contenuto negli spinaci è necessario abbinare nello stesso pasto in cui si mangiano gli spinaci, una fonte di vitamina C. Qualche suggerimento, oltre al classico condimento olio e limone? La vitamina C abbonda in peperoni, peperoncino, pomodori, broccoli e prezzemolo. L’acido ascorbico può essere assunto anche a fine pasto, con la frutta: oltre agli agrumi, provate con fragole, kiwi, papaya e ribes). Scopri di più, qui

Le vitamine degli spinaci: quali sono?

Ferro, un amico del fegato.
• Fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo, il ferro è uno dei sali minerali più importanti. Tra i sali minerali degli spinaci, il ferro occupa una posizione di rilievo.
• Gli spinaci sono tra le verdure più ricche di ferro, ma contengono un particolare tipo di questo sale minerale: il cosiddetto “non-eme” che, a differenza del ferro “eme” (contenuto nella carne e nei crostacei) è assorbito con più difficoltà dall’organismo. Per assimilarlo con più facilità, ricordatevi di mangiare nello stesso pasto un alimento ricco di vitamina C; il ferro contenuto negli spinaci favorisce il trasporto dell’ossigeno nel sangue, aiuta l’assimilazione degli zuccheri e la produzione di anticorpi e ha una funzione disintossicante sul fegato.
• La carenza di ferro può provocare anemia, debolezza e sonnolenza, pallore, mal di testa, sensibilità al freddo e ulcere sulla lingua.
• Altri alimenti ricchi di ferro sono carne rossa (soprattutto fegato), crostacei, cacao amaro, quinoa, semi oleaginosi, tempeh, legumi (soprattutto fagioli rossi), frutta secca, tofu, concentrato di pomodoro e spirulina.


Tanto potassio, poco sodio.
• Tra i sali minerali degli spinaci, potassio e sodio sono particolarmente significativi: dell’uno c’è abbondanza, dell’altro, carenza. Vediamo perché questa combinazione è importante per la nostra salute.
• Il potassio contribuisce alla salute delle cellule, poiché ne regola l’equilibrio acido-basico e la pressione osmotica (cioè facilita l’assorbimento delle sostanze necessarie alla loro vita); mantiene l’equilibrio idrico del nostro corpo; aiuta a mantenere in salute l’apparato cardiocircolatorio, i muscoli e il sistema nervoso. Allo stesso tempo gli spinaci sono poveri di sodio, una caratteristica importante per prevenire diverse patologie, tra cui l’ipertensione. In una dieta equilibrata la quantità di potassio assunta giornalmente dovrebbe essere superiore alla quantità di sodio, perché così il nostro organismo riesce ad espellere il sodio in eccesso attraverso le urine e a regolare la pressione arteriosa.
• La carenza di potassio può causare crampi e debolezza muscolare, problemi di digestione, tachicardia, sonnolenza, ansia, insonnia, ipertensione, cellulite, edemi.
• Altri alimenti ricchi di potassio sono legumi (soprattutto fagioli e piselli), patate, cavoli, asparagi, carciofi, rucola, cereali integrali, frutta (soprattutto banane, albicocche, kiwi, avocado, agrumi) e frutta secca.


Calcio, l’alleato delle ossa.
• Essenziale per la nostra salute, il calcio è il minerale più abbondante nel nostro corpo. Si calcola che rappresenti tra l’1,5 % e l’1,9% del peso corporeo. È presente nelle ossa, nei denti e nei liquidi corporei. Tra i sali minerali degli spinaci, dunque, il calcio ha una posizione di grande importanza.
• Gli spinaci sono ricchi di calcio, un sale minerale fondamentale per la salute delle ossa, responsabile anche della contrazione muscolare e della trasmissione degli impulsi nervosi; il calcio inoltre aiuta la digestione dei grassi, l’assorbimento del ferro e la sintesi dell’insulina.
• La carenza di calcio può causare crampi muscolari, formicolii alle dita e attorno alle labbra, dolori alle ossa o alle articolazioni, fratture ossee, insonnia, problemi ai denti e ai capelli, pelle secca e unghie deboli, pressione alta e alterazioni mestruali.
• Altri alimenti ricchi di calcio sono latte e prodotti caseari, basilico, rucola, cavolo verde, broccoli, quinoa, legumi (soprattutto i fagioli bianchi), arance, fichi secchi, semi di sesamo, semi di chia, semi di lino e mandorle.


Magnesio, un aiuto contro lo stress e la stanchezza.
• Gli spinaci sono ricchi anche di magnesio. Questo sale minerale è fondamentale per la salute del sistema nervoso: svolge un’azione distensiva e calmante e regola l’eccitabilità di nervi e muscoli. Tiene a bada la secrezione di adrenalina e aiuta a rilassare le tensioni, sciogliere i crampi, e attenuare mal di testa, tachicardia, dolori allo stomaco, intestino irritabile e nervosismo.  Il magnesio ha un ruolo nel processo di formazione delle cellule delle ossa (osteoblasti). Interviene inoltre nella coagulazione sanguigna e aiuta a mantenere nel sangue l’equilibrio acido-base, regola il ritmo cardiaco e ha un’azione vasodilatatrice. Ha un ruolo nel metabolismo dei lipidi, dei glucidi e delle proteine, e permette la produzione di energia. Per questo, tra i sali minerali degli spinaci, il magnesio riveste un ruolo di primo piano.
• La carenza di magnesio può causare crampi e tremori muscolari, formicolio e sensazione di intorpidimento agli arti, sbalzi d’umore e stanchezza mentale; in casi più gravi possono verificarsi alterazioni dei battiti del cuore, aritmie e aumento della pressione arteriosa.
• Altri alimenti ricchi di magnesio sono legumi, riso integrale, semi di zucca, semi di girasole, mandorle, fichi secchi, avocado, banane, cioccolato fondente.


Fosforo e rame, detox e anti- stanchezza.
• In misura minore, gli spinaci contengono anche fosforo e rame. Come il magnesio, il fosforo contribuisce alla salute del sistema nervoso e delle ossa e, in più, è uno dei più importanti componenti delle membrane cellulari. Il rame favorisce la produzione di emoglobina e l’assimilazione del ferro, aiuta a proteggere le cellule dall’azione dei radicali liberi e ha un’azione disintossicante e antisettica.
• La carenza di fosforo può causare stanchezza, inappetenza, artrite, rachitismo, fragilità ossea, disturbi nervosi, variazioni del peso corporeo, irregolarità respiratoria e carie ai denti. Dalla carenza di rame possono derivare anemia, scarsa pigmentazione di pelle e capelli, difficoltà nella formazione e rigenerazione delle ossa, degenerazione del sistema nervoso e lesioni cardiovascolari.
• Altri alimenti ricchi di fosforo sono semi di zucca, semi di girasole, anacardi, pinoli secchi, noci, amaranto, mandorle, pistacchi, quinoa e farina di segalecare; mentre fonti importanti di rame sono orzo perlato, crusca di avena, noci, germe di grano, arachidi, nocciole, cacao, molluschi, avocado, uvetta.


Le 3 cose da sapere sui minerali degli spinaci

• Gli spinaci sono fonte di ferro, potassio, calcio, magnesio e, in quantità minore, anche di fosforo e rame.

• Per assimilare tutto il ferro contenuto negli spinaci, è consigliabile assumere vitamina C nello stesso pasto in cui si consumano gli spinaci, come spieghiamo qui.

• Gli spinaci sono ricchi di potassio e poveri di sodio: rispecchiano quindi un equilibrio considerato basilare per una dieta sana.

Vuoi fare il pieno di ferro già dalla prima colazione? Prova un delizioso smoothie di banana, spinaci, ananas e spirulina. Frulla una banana matura, una manciata di spinaci, due fette di ananas fresca, 250 ml di acqua di cocco, un cucchiaino di spirulina e una spruzzatina di succo di limone. Per un inizio giornata fresco e a tutto sprint!
Contenuti redatti in collaborazione con Network Comunicazione