Spinaci e fibre: ecco perché fanno così bene al nostro corpo

“ Spinaci e fibre: le fibre alimentari contenute negli spinaci e i benefici per il nostro organismo ”

E’ al centro del nostro sistema metabolico, regola importantissime funzioni e presiede alla “pulizia” dell’organismo: libri e ricerche recenti, poi, ci hanno spiegato come quest’organo sia davvero centrale per mantenere l’organismo efficiente e in salute. Stiamo parlando dell’intestino e delle sue funzioni. Per mantenerlo in forma, uno dei nutrienti che i medici raccomandano di assumere sono le fibre. E proprio gli spinaci ne sono una fonte assai ricca. Ma qual è la particolarità delle fibre degli spinaci? Quella di aiutare, come sempre fanno le fibre, il nostro intestino a lavorare più velocemente e in modo più efficiente, con importanti effetti per la sua salute. Dunque, che cosa sono le fibre alimentari? Qual è la differenza tra fibre insolubili e solubili? Dove possiamo trovare entrambi i tipi di fibre e come assumerne la giusta quantità? Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulle molte proprietà delle fibre alimentari contenute negli spinaci.
Di quante fibre abbiamo bisogno ogni giorno?

La dose giornaliera di fibre raccomandata dai nutrizionisti è di circa 25 grammi, di cui il 30-40% di fibre insolubili e il 60-70% di fibre solubili. Una dieta equilibrata è sufficiente per assumere tali quantità: basta mangiare ogni giorno le classiche 5 porzioni di frutta e verdura (ad esempio due di frutta, una di verdure, una di legumi e una di cereali integrali), ricordando di assumere acqua durante i pasti, per favorire la corretta circolazione di fibra nell’intestino. 100 gr di spinaci sono composti al 2,2% di fibre: una quantità importante, considerando che al 91,4% sono fatti di acqua!

Fibre alimentari degli spinaci: cosa sono, a cosa servono, quali sono i benefici

Le fibre alimentari sono carboidrati complessi costituiti da catene di zuccheri semplici, che il nostro corpo non è in grado di assorbire: i succhi gastrici non riescono a scinderle perché il nostro apparato digerente non possiede l'enzima necessario (la “cellulasi”) che hanno, invece, i mammiferi erbivori. Le fibre quindi non vengono assimilate, ma passano nell’intestino trascinando via i residui della digestione (e assorbendone, contemporaneamente, gran parte dei grassi). In questo modo l’intestino rimane pulito. Le fibre degli spinaci, quindi, svolgono un’importante funzione: aiutano l’intestino a eliminare tutte le sostanze di scarto.

Fibre insolubili e fibre solubili
Le fibre alimentari possono essere di due tipi: insolubili o solubili.
• Le fibre insolubili si trovano nei cereali integrali, nelle verdure e negli ortaggi e sono formate da cellulosa, emicellulosa e lignina. Sono queste le fibre alimentari che troviamo negli spinaci. Come abbiamo visto prima, giocano un ruolo molto importante per il funzionamento del tratto gastrointestinale e per la sua pulizia. In caso di stitichezza o costipazione, quindi, è proprio su alimenti ricchi di fibre insolubili che dobbiamo puntare, poiché accelerano il transito e migliorano l’evacuazione.
• Le fibre solubili si trovano soprattutto nei legumi e nella frutta e sono formate da “pectine”, ovvero gomme e mucillagini. Aiutano a ridurre e rallentare l’assorbimento di zuccheri e grassi nell’intestino e permettono il controllo di glucosio e colesterolo nel sangue. Sono quindi fondamentali nella dieta di chi deve tenere sotto controllo i livelli di glicemia e insulina (a cominciare dai diabetici). Inoltre queste fibre si comportano come prebiotici, cioè favoriscono la crescita di batteri “buoni” nell’intestino, a sfavore di quelli dannosi.

Perché le fibre fanno bene?
Le fibre insolubili:
• Favoriscono il transito intestinale, prevenendo la stitichezza.
• Hanno una funzione disintossicante e anticancerogena, poiché riducono il tempo di contatto delle pareti dell’apparato digerente con sostanze nocive o tossiche, accelerandone l’eliminazione.
• Aiutano ad assorbire meno calorie e meno grassi.

Le fibre solubili:
• Rallentano l’assorbimento degli zuccheri, aiutando a regolare i livelli di glucosio nel sangue.
• Rallentano e riducono l’assorbimento del colesterolo, aiutando a diminuire i livelli di LDL e del colesterolo totale nel sangue.
• Mantengono il Ph dell’intestino a livelli ottimali, creando un ambiente sfavorevole alla crescita di batteri nocivi; per questo hanno un ruolo anche nella prevenzione di alcuni tumori dell’apparato digerente (in particolare di quello al colon).

 

Le 3 cose da sapere sulle fibre degli spinaci:

• Le fibre si dividono in insolubili e solubili; le fibre degli spinaci sono di tipo “insolubile”.

• Le fibre insolubili sono importantissime per la salute dell’intestino, perché ne facilitano il funzionamento.

• Le fibre hanno un potere saziante, per cui aiutano a mangiare meno e sono utili per chi deve tenere il peso sotto controllo.

Quali alimenti sono ricchi di fibre?

• Gli alimenti ricchi di fibre insolubili sono: cereali integrali e derivati; verdura a foglia verde; frutta secca in guscio e quella essiccata.

• Gli alimenti ricchi di fibre solubili sono: legumi; ortaggi, frutta fresca; avena e crusca di avena.

Contenuti redatti in collaborazione con Network Comunicazione