Come cucinare il salmone

Come cucinare il salmone

“Come cucinare il salmone. Questo pesce saporito, nutriente e versatile non può mancare in una dieta equilibrata. Vediamo insieme qualche ricetta che ne esalta il gusto.”

Pesce migratore dalle apprezzatissime qualità, il salmone si riproduce in acqua dolce ma trascorre la parte centrale della propria vita in mare; è diffuso nell’Atlantico e nel periodo di deposizione delle uova, anche nei fiumi dell’Alaska, Norvegia e Scozia, è commercializzato fresco, in scatola o affumicato[1].

Rispetto a molti altri pesci il salmone ha carni grasse e rosate che contengono acidi grassi Omega 3 in quantità, ideali per un’alimentazione varia ed equilibrata[2] e per creare tante gustosissime ricette. Le sue carni hanno un sapore delicato. In cucina, per praticità, si prepara solitamente in tranci e in filetti. Può essere lessato in court-bouillon e accompagnato da salse come la maionese, può essere cotto alla griglia, in padella, arrosto, in umido o essere consumato crudo dopo una leggera marinatura.

Scopriamo come cucinare il salmone per realizzare tante gustose e semplici ricette.

Come cucinare il salmone surgelato

Vediamo insieme idee e consigli su come cucinare il salmone surgelato, per creare soluzioni sempre perfette per qualsiasi tipo di pasto.

Il salmone surgelato è un prodotto che si può utilizzare facilmente, comodo e sempre disponibile nel banco frigo già pulito e porzionato in filetti o tranci, pronto per essere immediatamente utilizzato per le nostre ricette.

Il salmone surgelato è un’ottima scelta per chi desidera organizzare pranzi o cene veloci e stupire tutti i commensali fin dall’antipasto. Si presta, infatti, ad ogni tipo di ricetta: finger food di Salmone Gratinato alla Mediterranea con  frutta e verdure, crostini con salmone e formaggio fresco spalmabile, fagottini di pasta sfoglia con salmone ed erbe aromatiche, filetti di salmone con glassa di aceto balsamico o salsa di soia, ma anche gratinati al forno.
I metodi più utilizzati per cucinare il salmone surgelato sono la cottura in padella, al forno, al cartoccio o al forno gratinato.

 

Come cucinare il salmone surgelato in padella

Per la cottura dei filetti di salmone surgelati in padella, dovrete scaldare un filo di olio extravergine e cuocerli ancora surgelati e privi del loro involucro a fiamma bassa per circa 15 minuti avendo cura di girarli ogni tanto. Per gustare al meglio il sapore dei Fiori di Salmone, vi consigliamo di provarli con un contorno di patate novelle al profumo di limone e basilico seguendo questa ricetta dal gusto fresco e leggero. L’aggiunta di salsa di soia li renderà ancora più gustosi.    


Come cucinare il salmone surgelato al forno

Per la cottura del salmone surgelato in forno, in base al risultato che si vuole ottenere, dovrete cuocere i Fiori di Salmone  ancora surgelati e privi del loro involucro in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti, oppure lasciarli scongelare in frigorifero per un paio d’ore e cuocerli nel modo scelto per 12-15 minuti. Per una ricetta dal successo assicurato vi consigliamo di provare il Fiore di Salmone in crosta di pistacchi e sfoglie di patate al forno. 

Come cucinare il salmone al cartoccio

Per cucinare il salmone al cartoccio, disponete il filetto o il trancio di salmone al centro di un foglio di alluminio o di carta forno. Aggiungete olio EVO, un pizzico di sale, qualche fetta di limone, pepe rosa in grani e rosmarino per insaporire. Piegate il foglio di alluminio o la carta da forno e chiudetelo con uno spago, oppure avvolgendo su loro stesse le estremità. Informate in forno preriscaldato a 200ºC per circa 30 minuti. Provate la ricetta del salmone al cartoccio con zucchine, patate e carote per portare in tavola in un secondo piatto gustoso.

Come cucinare il salmone al forno gratinato


Per cucinare il salmone al forno gratinato, per prima cosa preparate la panatura mischiando un po' di pane grattugiato, del prezzemolo, dell'aglio e dell'olio d'oliva. Sciacquate i tranci di salmone, asciugateli con un foglio di carta assorbente e cospargeteli con un po' di panatura. Sistemate i tranci su una placca ricoperta di carta forno e infornate a forno già caldo a 200° C per circa 25 minuti. Se desiderate un piatto veloce e leggero, scoprite come cucinare il salmone al forno gratinato con gli ingredienti tipici della tradizione mediterranea.

 

Le 5 cose da ricordare per cucinare il salmone:

  • Come cucinare il salmone surgelato? Cosa cambia rispetto al salmone fresco? Una volta fatto scongelare il salmone, va trattato come se fosse fresco. Si può lasciare scongelare in frigo, fuori frigo o al microonde. Quanto alla cottura, è ottimo al forno, in padella, al vapore, al cartoccio o gratinato.
  • Come cucinare il salmone surgelato in padella? Per cuocere il salmone in padella aggiungete un filo d'olio e fate scaldare a fiamma media. Mettete il trancio dalla parte della pelle e, quando è ben rosolato, giratelo dall'altra parte. Aggiungete gli aromi che preferite per insaporire il pesce. 
  • Come cucinare il salmone surgelato al forno? Fate scongelare il pesce e disponetelo in una pirofila o sulla placca da forno coperta da carta forno. Aggiungete qualche verdura tagliata a tocchetti, come patate e zucchine, qualche erba aromatica e un filo d'olio. Impostate il forno a 200° C e, quando è arrivato a temperatura, infornate il pesce per 25-30 minuti.
  • Come cucinare il salmone al cartoccio? La cottura al cartoccio è il sistema migliore per mantenere tutto il gusto del pesce. Durante la cottura al cartoccio (25-30 minuti a 200° C) l'azione del vapore permette di accorciare i tempi di cottura e di portare in tavola un filetto di pesce morbido e saporito. 
  • Come cucinare il salmone al forno gratinato? Per cucinare il salmone al forno gratinato basta distribuire sul filetto o sul trancio di pesce un po' di pane grattugiato a cui si possono aggiungere erbe aromatiche come timo, prezzemolo e rosmarino. Il pesce cuoce in forno per circa 30 minuti, a una temperatura di 200° C.