Spinaci e vitamine, tutte le vitamine degli spinaci

Dalla A all’acido folico, tutte le vitamine degli spinaci

Spinaci Vitamine - Findus
“ Quali sono le vitamine contenute negli spinaci? Scopri tutte le vitamine degli spinaci e i benefici per la salute ”

Sono famosi per il loro contenuto di ferro, eppure gli spinaci non scherzano neanche in quanto a vitamine. Dalla A alla C, dalla K a tutto il gruppo B (tra cui il preziosissimo acido folico) le vitamine contenute negli spinaci contribuiscono alla corretta circolazione del sangue, alla salute della pelle, della vista, delle ossa, al funzionamento del sistema nervoso e delle difese immunitarie. Insomma, gli spinaci sono un preziosissimo alleato del nostro benessere: un alimento, da portare in tavola il più spesso possibile, come spiegano anche i nutrizionisti, per il loro ridotto apporto calorico e la ricchezza dei nutrienti che contengono. Tutte proprietà, che possono essere esaltate con gli abbinamenti giusti, scegliendo i cibi che aiutano le vitamine degli spinaci a svolgere al meglio la loro funzione, come spieghiamo qui. Pronti dunque a regalarvi un pieno di benessere con le vitamine degli spinaci? Vanno benissimo anche quelli surgelati perché le moderne tecniche di surgelamento ne preservano il valore nutrizionale.

Spinaci Vitamine - Findus
Come evitare di disperdere con la cottura le vitamine contenute nella verdura?

• Aggiungete le verdure solo quando l’acqua è già in ebollizione.
• Fate durare la cottura il minimo indispensabile.
• Preparate le verdure poco prima della cottura e non tagliatele più del necessario.
• Usate recipienti e utensili di acciaio inox o pyrex, materiali che permettono di ridurre i tempi di cottura e sono anche più resistenti e facili da pulire.

Le vitamine degli spinaci: quali sono?

"Vitamina A, la “regina” della vista.
Detta anche “retinolo”, la vitamina A è innanzitutto importante per la salute della vista, in particolare della retina. Ma non solo. Tra le sue funzioni, infatti, anche un importante contributo per la salute di pelle, mucose e di tutti gli epiteli (tessuti di rivestimento) dei vari organi. Per questo può essere molto utile in caso di problemi di vista o di eczemi. Contribuisce inoltre ad evitare le infezioni ma tra le sue proprietà, ne spiccano anche alcune essenziali soprattutto per i bambini e i ragazzi: questa vitamina, infatti, favorisce la fertilità e la maturazione sessuale. Ecco perché, tra le vitamine degli spinaci, un posto d’onore spetta senz’altro alla A.
Oltre che negli spinaci, possiamo trovare questa vitamina in tutti i vegetali di colore giallo-arancione (tra le verdure: carote, zucca, pomodoro; tra la frutta: melone, albicocca, anguria, pesca e arancia); in altri ortaggi come cavolo, broccoli, verze, prezzemolo, aglio, tarassaco, cicoria, crescione; e nell’olio di fegato di merluzzo, nel fegato, nel burro e nel tuorlo d’uovo.


Vitamine del gruppo B sul podio.

Tutte le vitamine del gruppo B stimolano l’ossigenazione del sangue e hanno un blando effetto anti-depressivo. In particolare, la B1 (o tiamina) favorisce la digestione, durante la quale aiuta l’organismo a utilizzare l’energia contenuta nel cibo. La B2 (o riboflavina) fa bene alla pelle e alle mucose. La B3 (o niacina o vitamina PP) aiuta il buon funzionamento del sistema nervoso e, con la vitamina B6 (o piridossina) allevia lo stress. La B9, o acido folico, è nota soprattutto per l’importanza che ricopre durante la gravidanza, perché contribuisce al corretto sviluppo del feto; interviene anche nella formazione dei globuli rossi; nello sviluppo e nel funzionamento del sistema nervoso e del midollo osseo (stimola la produzione di emoglobina); riduce il rischio di infarto, ictus e trombosi; infine, stimolando la sintesi del DNA e delle proteine, favorisce la rigenerazione cellulare, rendendo più belli e più sani capelli, pelle e unghie. Insomma, tra le vitamine degli spinaci, l’apporto del gruppo B, e in special modo dell’acido folico, è davvero essenziale.
Oltre che negli spinaci, possiamo trovare le vitamine del gruppo B in tutte le verdure a foglia verde e nei legumi; in frutta fresca e secca, nei cereali integrali, nel lievito di birra, in uova, fegato, pesce (soprattutto cozze, salmone, tonno, sgombro, ostriche e caviale) e nel pollame.


Vitamina C, l’amica delle difese immunitarie.

Conosciuta anche come “acido ascorbico”, la vitamina C stimola le difese immunitarie e protegge dalle infezioni. Favorisce la robustezza e la compattezza di ossa, cartilagini, della dentina e delle pareti dei capillari. Aiuta il fegato a ripulire l’organismo dalle sostanze tossiche, favorisce l’assorbimento del ferro a livello intestinale, svolge attività antiossidante e disintossicante. Aiuta a rendere più forti e a guarire gengive, cicatrici e vasi capillari. È antiallergica, antiemorragica e antinfettiva. Può anche essere un valido aiuto contro il malumore. È considerata anche la vitamina della bellezza, poiché aiuta a mantenere la pelle sana e i denti bianchi. Tra le vitamine degli spinaci, la C ricopre dunque un ruolo di primo piano, utilissima soprattutto d’inverno, quando influenze e virus sono più temibili.
Oltre che negli spinaci, possiamo trovare la vitamina C nei piselli (i legumi più ricchi di acido ascorbico), in verdure come rucola, cavolo cappuccio, broccoli e broccoletti di rapa, nella frutta, tra cui agrumi, kiwi, papaya, ribes e litchis.


Vitamina K, alleata del sangue.

La lettera K che dà il nome a questa vitamina deriva da una parola tedesca, “koagulation”, che ci fa capire sin da subito qual è la sua principale funzione: aiutare la coagulazione del sangue. Svolge infatti una funzione antiemorragica e mantiene la giusta viscosità di questo liquido così importante per il nostro corpo. Ostacola la formazione di cristalli di calcio nelle arterie, preservando quindi la salute cardiovascolare. La vitamina K contribuisce anche al corretto funzionamento delle proteine che formano le ossa, le aiuta a rimanere forti e mineralizzate. In particolare, è fondamentale per l’attivazione dell’osteocalcina, la proteina presente nella matrice ossea. Ha anche proprietà antiossidanti e aiuta il funzionamento del sistema nervoso e del cervello. Tra le vitamine degli spinaci, il contributo della K alla salute del nostro organismo, è tra i più efficaci.
Oltre che negli spinaci, possiamo trovare la vitamina K in verdure come bieta, lattuga, broccoli, cavoli, verza, cime di rapa, carciofi, olive; in legumi come piselli e soia; nelle uova e nel tè verde.

Le 3 cose da sapere sulle vitamine degli spinaci

• Gli spinaci sono ricchi di vitamine A, C, K e di quelle del gruppo B.

• Sono tutte vitamine indispensabili per la nostra salute, perché contribuiscono alla salute di cuore, sangue, pelle, ossa, sistema nervoso, difese immunitarie.

• Per non disperdere le vitamine contenute nel cibo, scegliamo il metodo di cottura più rapido e, in caso di cottura per bollitura, buttiamo gli spinaci nell’acqua che sta già bollendo.

Una ricetta ricca di vitamine e sapore, con un tocco di Oriente?

Ve la consigliamo noi: Fiori di Merluzzo su vellutata di zucchine e spinaci con bacche di Goji.

Clicca qui per andare alla ricetta!

Contenuti redatti in collaborazione con Network Comunicazione