Condividi su
Condividi su

L’Italia a tavola: come preparare il Minestrone Tradizione regione per regione

Minestrone Tradizione – come prepararlo regione per regione
“ Per ogni Regione esiste una diversa tipologia di minestrone tradizionale composto di ingredienti d’eccellenza che rappresentano il meglio della cucina locale. ”

Piatto ricco ed equilibrato, il minestrone tradizione della cucina italiana valorizza il meglio della cucina locale e degli ingredienti di un territorio per dare vita a gustosi piatti all’insegna del benessere “dolcemente verde”. Più che di un unico minestrone tradizione è giusto parlare di più minestroni: il mix di verdure e le modalità di cottura cambiano da Regione a Regione per esaltare il meglio delle specificità locali. Allo stesso modo esistono mille modi di variare e presentare in tavola un minestrone italiano come il Nuovo Minestrone Tradizione Findus che già contiene nella sua ricetta alcune tipicità locali: il Basilico Genovese DOP, un ingrediente fondamentale per il minestrone ligure, la Cipolla rossa di Tropea Calabria IGP, che rende più gustoso il minestrone della Calabria, o la Patata del Fucino IGP che non può mancare nella variante abruzzese del Nuovo Minestrone Tradizione Findus. Ecco come arricchire il Nuovo Minestrone Tradizione Findus (link pezzo) prendendo spunto dalle ricette delle diverse Regioni.
Minestrone Tradizione – come prepararlo regione per regione
Il Nuovo Minestrone Tradizione Findus può essere personalizzato secondo le tradizioni regionali.

Il Nuovo Minestrone Tradizione in viaggio per l'Italia

Ecco come può variare la ricetta del Nuovo Minestrone Tradizione Findus da Regione a Regione.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Valle d’Aosta

Per dare un tocco in più al Nuovo Minestrone Tradizione Findus, perché non aggiungi dei funghi o delle castagne? Nelle ricette valdostane non mancano mai questi due ingredienti che possono regalare un gusto speciale al tuo piatto. I funghi, inoltre, sono un'ottima fonte di minerali, come fosforo, potassio, selenio e magnesio. Contengono lisina e triptofano, vitamine del gruppo B e alcune sostanze antiossidanti. Nelle castagne, invece, trovi la vitamina A, le vitamine del gruppo B e la vitamina C. Sono molto energetiche e hanno una buona quantità di carboidrati: aggiungile al tuo minestrone per ottenere un piatto completo.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Piemonte

Gli ingredienti che non possono mancare nella versione piemontese del Nuovo Minestrone Tradizione Findus sono i fagioli, ricchi di fibre e proteine vegetali, e il cavolo (che contiene fibre, ferro e acidi grassi) di cui è bene prendere solo le foglie più interne. Nella ricetta trovi anche patate e carote. La tradizione piemontese prevede un minestrone denso e reso ancora più gustoso dall’aggiunta di tagliatelle o maltagliati per chi vuole un piatto che scaldi le fredde serate invernali.


Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Liguria

La parola d’ordine è il basilico. Quello Genovese DOP è un ingrediente must nella ricetta del minestrone tradizione della Liguria. Lo trovi anche nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus, insieme a fagioli e fagiolini. Grazie alle caratteristiche del terreno e alle tecniche di coltivazione, il Basilico Genovese DOP è famoso in tutto il mondo: ha foglie dal colore tenue e, rispetto alle altre varietà, ha un profumo molto delicato ed è privo del retrogusto di menta che caratterizza a volte le altre tipologie. In più, le sue proprietà nutritive sono molteplici: come tutte le varietà di basilico, il Basilico Genovese DOP è composto per il 92% di acqua e di una buona dose di proteine, fibre e vitamine come la A e quelle del gruppo B e la C, E, e K. In più, è ricco di sali minerali tra cui ferro, magnesio e potassio, e antiossidanti come il beta-carotene e la luteina.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Lombardia

A caratterizzare il Nuovo Minestrone Tradizione Findus preparato in Lombardia è la presenza del riso, prodotto tipico della tradizione gastronomica regionale. Gli ingredienti presenti nel minestrone lombardo sono tanti: zucchine, sedano, carote, pomodori, patate e verza, un mix di verdure che assicura il pieno di fibre e vitamine. Il consiglio è condire con il sale solo alla fine, perché durante la cottura l’umidità evapora e il risultato potrebbe essere eccessivamente salato.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Trentino

Nella tradizione trentina non manca mai l’orzo perlato, che è inserito nel minestrone soltanto dopo aver cucinato le altre verdure e dopo averlo lavato sotto l’acqua corrente. Nelle fredde serate altoatesine o dopo una giornata sulle piste da sci, non c'è niente di meglio che insaporire il Nuovo Minestrone Tradizione Findus con l’orzo: contiene una buona percentuale di proteine, carboidrati, fibre ma anche sali minerali tra i quali fosforo, potassio, magnesio, ferro, calcio, silicio e zinco: per questo motivo vanta anche proprietà remineralizzanti. In più, ha una discreta quantità di vitamine, in particolare la E e quelle del gruppo B.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Veneto

Quale che sia il mix di verdure scelto per il minestrone, nella tradizione veneta trovi sempre i fagioli; la varietà più conosciuta è il fagiolo di Lamon che ha ottenuto la certificazione IGP ed è coltivato in ben quattro diverse varietà. Questo legume è molto adatto a un minestrone come il Nuovo Minestrone Tradizione Findus, grazie alla consistenza, al gusto e all’abbinamento con gli altri ingredienti; ricco di fibre e proteine, dà un tocco di gusto inconfondibile al piatto. Nella ricetta tipica ci sono anche cipolle, carote e sedano, ma se vuoi che il Nuovo Minestrone Tradizione Findus sia ancora più gustoso, aggiungi della pasta, come, per esempio, i ditaloni.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Friuli Venezia Giulia

Sono due gli ingredienti fondamentali della ricetta del minestrone tradizionale preparato in Friuli Venezia Giulia: i fagioli e l’orzo, che vanno messi a bagno separatamente e lasciati in ammollo per dodici ore prima di essere cotti insieme al resto delle verdure e dare vita a un piatto ricco di tutti i principali elementi nutritivi che trovi già nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus. Vuoi provare una ricetta locale tradizionale? Lasciati ispirare dalla variante triestina che contiene i crauti.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Emilia-Romagna

L’Emilia Romagna predilige un ingrediente ricco di fibre come i fagioli; nella ricetta del minestrone che si è tramandata di generazione in generazione, trovi anche le patate, presenti nella stessa quantità dei fagioli: entrambi gli ingredienti sono nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus. La tradizione vuole un cucchiaio di Grana Padano Dop a fine cottura: contiene calcio che contribuisce alla buona salute delle ossa.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Toscana

Bietola in foglia, cavolo nero, verza e zucca gialla sono gli ingredienti che trovi nel minestrone preparato in Toscana. Se la bietola contiene potassio, ferro e acido folico, il cavolo è ricco di fibre, ferro e calcio, mentre con la zucca fai il pieno di sali minerali, di fibre e di aminoacidi. Al termine della cottura, per rendere ancora più delizioso il piatto, prova ad aggiungere dei sedanini corti o del riso da minestra nella quantità desiderata.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Umbria

L’ingrediente comune a tutte le varianti del minestrone umbro tradizionale è il farro, il cereale più conosciuto nell’antichità, che è perfetto abbinato al Nuovo Minestrone Tradizione Findus. Tra tutte le varianti, scegli il farro di Monteleone di Spoleto: noto per le sue proprietà, è l’unica produzione europea riconosciuta come DOP. Povera di grasso e ricca di amido, questa specie pregiata è riconoscibile per i chicchi vitrei, che restano separati anche dopo la cottura.  

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato nelle Marche

Come per le altre Regioni, anche nelle Marche il minestrone tradizionale s’ispira alla cultura contadina: il piatto locale è un mix di cipolla, sedano, carota, bieta, patate e fagioli, tutti ingredienti presenti nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus che puoi condire con un filo di olio e un pizzico di pepe. Vuoi dare un tocco di sapore in più al piatto? Prendi ispirazione dalla tradizione marchigiana e aggiungi del pane raffermo. La prassi vuole che a fine cottura il minestrone sia versato in una zuppiera, dove in precedenza sono state sistemate alcune fette di pane raffermo.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Lazio

I carciofi sono i protagonisti della variante laziale del minestrone: hanno poche calorie ma molte fibre, oltre a una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. I carciofi vantano un effetto diuretico e sono molto apprezzati anche per le caratteristiche toniche e disintossicanti. Molto interessante è anche la variante del Nuovo Minestrone Tradizione preparata nel Viterbese che, insieme al mix tradizionale di patate, zucchine, carote e sedano, prevede circa 50 grammi di semolino e del formaggio grattugiato. Il semolino va unito alle verdure durante e non dopo la cottura. Nella presentazione del piatto non dimenticare di aggiungere alcune foglioline di basilico fresco.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Abruzzo

Il minestrone è uno dei piatti principali della tradizione abruzzese. Si prepara utilizzando legumi secchi – fagioli, ceci, lenticchie, piselli e fave - che si sposano con erbe e verdure classiche che trovi nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus, come, per esempio, sedano, bietole, cipolle, carote e l’eccezionale Patata del Fucino IGP, un alimento che rende ancora più buono il minestrone arricchendolo di elementi nutritivi come vitamina C, potassio e carboidrati complessi. Il minestrone è poi insaporito con un pizzico di pepe.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Molise

La tradizione gastronomica molisana è ricca e gustosa, caratterizzata da piatti preparati con ingredienti ottenuti dai campi. Ecco perché nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus preparato in Molise troverai legumi e verdure campestri, come, per esempio, la cicoria, ricca di sali minerali, potassio, calcio, ferro e vitamine (C, B, P, e K). Vuoi aggiungere un ingrediente che ti ricorda i sapori di casa? Prepara un composto semplice fatto con farina di granturco, che rende il minestrone molto più denso. Infine, condisci con peperone secco dolce o piccante, da aggiungere a fine cottura.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Campania

Cavolo nero, cicoria e scarola: sono questi gli ingredienti del cuore della tradizione campana che puoi aggiungere al Nuovo Minestrone Tradizione Findus. Nella tradizione campana non manca il pomodoro di San Marzano sul Sarno, che ha ottenuto il famoso riconoscimento DOP. Le sue caratteristiche lo rendono ideale per un minestrone: ha un sapore agrodolce e una scarsa presenza di semi, infine una buccia di colore rosso vivo facile da pelare. Inseriscilo nel minestrone, se vuoi fare il pieno di vitamina C.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Puglia

Il minestrone in Puglia? Ovviamente con cime di rapa, che costituiscono l’ingrediente principale della ricetta e sono ricche di sali minerali. Oltre alle cime di rapa trovi sedano e cipolla, già presenti nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus. Vuoi dare un tocco in più alla tua pietanza? Scegli di aggiungere ingredienti originali come il formaggio pecorino e la mentuccia. Al termine della cottura insaporisci con peperoncino in polvere e un pizzico di pepe.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Calabria

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Calabria comprende un variegato mix di verdure e legumi, dalle foglie di verza ai funghi secchi, dai pelati di pomodori fino alle fave, ai ceci, ai fagioli e alle lenticchie. Nella ricetta non manca la famosa Cipolla rossa di Tropea Calabria IGP, uno dei tre ingredienti dell’eccellenza italiana presenti nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus. La Cipolla rossa di Tropea Calabria IGP, nota per il suo profumo inconfondibile, dà un gusto forte e deciso al piatto ed è molto consigliata in cucina perché ricca di minerali (potassio, fosforo, calcio, selenio e zinco) e di vitamine del gruppo B e C.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Basilicata

Il minestrone lucano è un piatto unico della tradizione contadina, in cui trovi tutti gli ingredienti del Nuovo Minestrone Tradizione Findus. Per esempio, ci sono le zucchine, ricche di potassio, vitamina C (svolge un’azione antiossidante) e folati, molto importanti per il sistema nervoso. Nella ricetta tradizionale non mancano i pomodori: tra i principi nutritivi fondamentali del pomodoro c’è il licopene, un potente antiossidante. I fagiolini, invece, sono una fonte preziosa di vitamine e sali minerali. Contengono soprattutto vitamina A, vitamina C, potassio, ferro e fosforo. Sono anche una fonte vegetale di calcio da non sottovalutare. Se le patate sono molto energetiche, la cipolla è fonte di vitamina C mentre il basilico fornisce una buona dose di proteine, fibre e vitamine come la A, quelle del gruppo B e la C, E, e K. In più contiene sali minerali tra cui ferro, magnesio e potassio, e antiossidanti come il beta-carotene e la luteina.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Sicilia

Patate, fagioli e verdure di stagione compongono il minestrone tradizionale siciliano, un piatto semplice ma molto nutriente. Non mancano gli altri ingredienti tipici del Nuovo Minestrone Tradizione Findus quali carote, cipolle, sedano e pomodori per un mix di verdure completo anche dal punto di vista nutrizionale. Ami il cibo slow? Per preparare il minestrone, scegli le verdure locali, come i “cabbasìsi”, piccole radici dolciastre tipiche del Trapanese e del Palermitano o i ragusani “matùfi”, un erba molto gustosa o, infine, il piccante rafano (“ramuràzza”). Come per tutti gli altri minestroni, a fine cottura puoi personalizzare il piatto aggiungendo della pasta del tipo “ditali” piccoli oppure riso.

Il Nuovo Minestrone Tradizione preparato in Sardegna

A rendere speciale il minestrone sardo tradizionale ci pensa il mix unico di pomodorini, cime di cavolfiore, fagioli e fagiolini il cui gusto è esaltato da aglio, prezzemolo e basilico. Zucchine, piselli e sedano accostati ai malloreddus, gli gnocchetti sardi, aggiungono una dose di carboidrati al mix di fibre e proteine già presenti nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus; vanno uniti al resto quando mancano circa 10 minuti al termine della cottura. Una volta unita la pasta con il minestrone, fai cuocere il tutto per circa 7 minuti. Terminata la cottura, spegni e lascia risposare il minestrone per circa 10 minuti, dopodiché versalo in una zuppiera e insaporisci con un filo d’olio EVO.

 

Le 3 cose da sapere sul Nuovo Minestrone Tradizione regione per regione

  • Per ogni Regione esiste un tipo diverso di minestrone tradizionale composto di ingredienti della cucina locale.
  • Il mix di verdure e la modalità di cottura cambiano da Regione a Regione per esaltare il meglio delle specificità locali. Per esempio, nel minestrone ligure non mancherà il Basilico Genovese DOP, mentre in quello calabrese trovi la Cipolla rossa di Tropea Calabria IGP e, in quello abruzzese, la Patata del Fucino IGP, tutti ingredienti presenti anche nel Nuovo Minestrone Tradizione Findus.
  • Vuoi personalizzare il Nuovo Minestrone Tradizione Findus? Aggiungi ingredienti della tradizione gastronomica regionale.
Minestrone Tradizione – come prepararlo regione per regione
Divertiti a variare la ricetta del tuo minestrone lasciandoti ispirare dagli ingredienti d'eccellenza delle diverse Regioni italiane.

Contenuti redatti in collaborazione con Network Comunicazione

Ti potrebbero interessare anche:

L'eccellenza del minestrone all'italiana
Le eccellenze IGP e DOP in Italia
Come cuocere il minestrone