Come cucinare il Tonno

Come cucinare il Tonno

“Cerchi idee e consigli su come cucinare il tonno? In padella, alla griglia o al vapore! Scopri tante diverse tipologie di cottura per preparare piatti veloci e sfiziosi con il tonno.”

Già noti agli antichi greci che li classificavano secondo l’età e i tagli di pregio e ne documentano la conservazione sotto sale[1], i tunnidi sono caratterizzati da sagoma fusiforme, mentre secondo le specie il corpo è ricoperto o meno di piccole squame.
Il tonno riveste una notevole importanza economica: le sue carni, grasse o semigrasse e saporite, sono commercializzate fresche, congelate e inscatolate, costituendo uno dei prodotti principali dell’industria conserviera.

Le carni fresche di tonno, vendute in tranci, sono piuttosto versatili e adatte ad essere grigliate, stufate con aggiunta di verdure, impanate e fritte come cotolette o cotte in padella o in forno con una crosta di mandorle, sesamo o pistacchi.
Le parti più magre vicino al dorso sono apprezzatissime in Giappone, dove si utilizzano crude per la preparazione di sashimi e sushi.

Vediamo come cucinare il tonno, pesce ricco di proteine  e Omega3 . Ideale per un’alimentazione varia ed equilibrata, è l’ingrediente perfetto per realizzare tante gustose ricette.[2]

Cucinare il Tonno sott'olio: metodi e consigli

Il consumo di tonno riguarda prevalentemente il prodotto inscatolato, la cui bontà dipende dalla specie e dall’olio impiegati, dal tipo di cottura, dal trattamento e dal taglio. Le parti più pregiate sono costituite dalla ventresca (muscoli addominali), morbida e aromatica, e dal tarantello (muscoli retro addominali un po’ meno pregiati).

Il tonno sott’olio è una conserva che solitamente compriamo al supermercato. In realtà per cucinare il tonno sott’olio in casa vi occorreranno davvero pochi ingredienti e il risultato vi stupirà; inoltre preparare una conserva in casa con buoni ingredienti di partenza (tonno e olio extravergine innanzitutto) vi garantirà sapori e aromi ben diversi rispetto al prodotto industriale.

Cucinare il tonno sott’olio in casa vi permetterà poi di utilizzarlo per le vostre ricette preferite e per creare perfetti abbinamenti con verdura e cereali.
Per una riuscita perfetta vedremo nella sezione dedicata suggerimenti e istruzioni per cucinare il tonno sott’olio

Come cucinare il Tonno rosso: metodi e consgli

Tra le diverse tipologie di tonno, una delle più pregiate è quella nota come tonno rosso, molto diffuso nel Mar mediterraneo, che rappresenta anche uno dei pesci di maggiori dimensioni presenti proprio nelle acque di questo mare.[3]

A tal proposito, vi daremo consigli e suggerimenti per cucinare il tonno rosso, proponendovi una ricetta saporita e stuzzicante.

La ricetta migliore per cucinare il tonno rosso è il tataki di tonno rosso, nella quale il colore rosso del tonno, una volta tagliato il filetto, fa da straordinario contrasto con la crosta esterna, mentre i profumi del sesamo tostato vi inebrieranno.

Questo metodo di cottura in pieno stile giapponese consiste nel marinare il trancio di tonno per circa 2 ore in un’emulsione di salsa di soia, mirin (il sakè dolce), succo di limone e zucchero di canna per poi impanarlo nei semi di sesamo nero e bianco leggermente tostati. A questo punto, cucinate il tonno rosso scottandolo da entrambi i lati per brevissimo tempo (circa 1 minuto per lato), ripassatelo nei semi di sesamo e tagliatelo a fettine trasversali, servito con un filo di olio extravergine o di salsa di soia e un contorno di verdure saltate in padella (per esempio zucchine e carote, poi condite con un filo di aceto balsamico o di mele) sarà assolutamente irresistibile!

Come cucinare il Tonno surgelato

Il tonno surgelato è un prodotto che possiamo utilizzare facilmente e senza avere il timore di infezioni legate all’anisakis, comodo perché sempre disponibile nel banco surgelati del supermercato già pulito e in tranci, cosa che ci permette di utilizzarlo immediatamente per preparare gustose ricette in poco tempo.

Vediamo ora nello specifico come cucinare il tonno surgelato per creare invitanti piatti.

I metodi più utilizzati per cucinare il tonno surgelato sono la cottura in padella o alla griglia.

Come cucinare il tonno surgelato in padella

Per la cottura in padella, dovrete scaldare un filo di olio extravergine e cuocere i Fiori di Tonno Findus ancora surgelati a fiamma bassa per circa 12-15 minuti con coperchio. In alternativa, lasciateli scongelare in frigorifero nella loro confezione per 3 o 4 ore e poi cuoceteli, avendo cura di asciugarli con della carta assorbente prima della cottura, per circa 6/9 minuti con un filo d’olio. Se volete provare una ricetta diversa dal solito, vi consigliamo di provare i Fiori di Tonno con salsa di yogurt e menta, piatto fresco e profumato in cui l’aggiunta di filetti di mandorle leggermente tostati donerà un tocco di gustosa croccantezza al piatto.

Per una ricetta mediterranea e dal gusto deciso ed esplosivo provate il Tonno alla siciliana con melanzane grigliate: il sapore della classica panatura alla siciliana profumata con prezzemolo, origano, menta, zafferano e pecorino vi trasporterà nell’”isola bedda”.

Come cucinare il tonno surgelato sulla griglia o alla piastra

Per la cottura sulla griglia o alla piastra, scongelate i Fiori di Tonno in frigorifero nella loro confezione per circa 3 o 4 ore, cuoceteli su griglia o piastra bollentissima per pochi minuti per lato e serviteli con un’insalata con verdure di stagione e una salsina di accompagnamento.

Come cucinare il tonno a vapore

Per cucinare il tonno a vapore potete utilizzare la vaporiera elettrica o i cestelli da pentola. Aggiungete nell'acqua qualche aroma a piacere, come timo e alloro, e un po' di succo di limone. Adagiate il filetto di tonno nel cestello senza alcun condimento e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Rigirarlo a metà cottura, affinché tutto il trancio cuocia uniformemente. A cottura ultimata mettetelo direttamente sul piatto e servitelo con una spruzzata di olio EVO a crudo, una fettina di limone, due foglioline di timo e dell'insalatina di contorno.



Le 5 cose da sapere per cucinare il tonno

  • Come cucinare il tonno surgelato? Cosa cambia rispetto al tonno fresco? Il tonno surgelato non provoca anisakidosi, che può essere causata dal pesce fresco. In più è sempre pronto nel freezer, quindi puoi prepararlo ogni volta che ne hai voglia!
  • Come cucinare il tonno in padella? Con questa tipologia di cottura il segreto è far scaldare bene la padella, aggiungere un filo d'olio EVO e tenere sempre la fiamma bassa. Se il pesce è ancora surgelato è meglio coprirlo con un coperchio e farlo andare per circa 12 minuti, rigirandolo spesso. Aggiungere gusti e aromi a piacere o capperi e pomodorini per un sapore più mediterraneo.
  • Come cucinare il tonno alla griglia? Adagiare il tonno sulla griglia rovente.  La temperatura della griglia è importante, poiché la superficie deve cuocere immediatamente per conservare meglio il sapore e per evitare che il pesce si attacchi. Per una cottura ottimale è consigliabile rigirare il pesce almeno un paio di volte per lato e non cuocere più di 2 o 3 minuti. Il risultato è migliore se si lascia scongelare il filetto di tonno o il trancio 3 o 4 ore in frigorifero.
  • Come cucinare il tonno alla piastra? Anche per la cottura alla piastra è necessario uno scongelamento preventivo in frigorifero di circa 3 o 4 ore. La piastra deve essere caldissima affinché il tonno non si attacchi e possa essere rigirato un paio di volte. Con questa tipologia di cottura il piatto è pronto in circa 4 minuti.
  • Come cucinare il tonno a vapore? Inserire il tonno sul cestello apposito da infilare nella vaporiera elettrica o su una pentola con dell'acqua sul fondo. Per ottenere un tonno dal profumo fresco e delicato si possono aggiungere nell'acqua alloro, limone e timo freschi oppure adagiarli nel cestello inferiore della vaporiera elettrica. Il tempo di cottura è di circa 10 minuti, durante i quali è meglio rigirare il trancio affinché assorba il calore in modo uniforme.