Condividi su
Condividi su

Come cucinare il pesce in padella

Come cucinare il pesce in padella – come si cucina il pesce in padella
“ In questo articolo vedremo come cucinare il pesce in padella, semplice, impanato o infarinato. Attenzione ai tempi di cottura, in padella sono brevissimi ”

Metodi e consugli su come cucinare il pesce in padella

Cucinare il pesce in padella è veloce e semplice, basta rispettare alcune “regole” fondamentali: la temperatura della padella deve essere molto calda; il tempo di cottura più breve rispetto ad altri metodi e, infine, il pesce va salato solo a metà cottura per evitare che si attacchi alla padella.

I pesci più indicati per questa cottura sono il branzino, il merluzzo, l’orata, il pesce spada, la rana pescatrice, il rombo, il tonno, il salmone, il sampietro, la sogliola, la triglia e lo sgombro.

La cottura in padella, anche detta “al salto”, è molto simile a quella sulla piastra, ma si differenzia per l’utilizzo di grassi. Si realizza a fuoco vivo in padelle di alluminio, di rame, antiaderenti o di ferro.

L’uso di questi recipienti consente, a fine cottura, di addensarci una salsa di accompagnamento che si ottiene deglassando i succhi di cottura del pesce con un liquido (brodo, vino, succo di limone), che si fa restringere fino al raggiungimento di una consistenza più densa e sciropposa.

La padella deve essere leggermente unta di olio extravergine e una volta raggiunta l’alta temperatura necessaria, si adagiano i tranci o i filetti dalla parte della pelle, in modo da ottenere una crosticina, si prosegue poi la cottura a fiamma leggermente più bassa. Il pesce si può cuocere da entrambi i lati o solo dal lato della pelle, per terminare poi la cottura con coperchio.

Se preferite utilizzare il burro al posto dell’olio extravergine, meglio usare il burro chiarificato, più adatto alle alte temperature. I tempi di cottura variano in base alle dimensioni e tipologia di pesce.

Per cucinare il pesce in padella impanato, va passato nella farina, nelle uova sbattute e infine nel pangrattato, poi si rosola a fiamma media con olio extravergine di oliva o con burro.

Per una variante ancora più gustosa si possono spennellare i filetti di pesce (per esempio quello di salmone) con la senape, prima di passarli nel pangrattato, o aromatizzare il pangrattato con erbe e spezie a piacere.

Si può cucinare il pesce in padella anche con una gustosa crosta croccante utilizzando mandorle o pistacchi, questa cottura può essere realizzata passando il pesce sopra un letto di scaglie di mandorle o granella di pistacchi e rosolandolo in padella con olio o burro chiarificato.

Per cucinare il pesce in padella infarinato, o alla “mugnaia”, metodo solitamente utilizzato per pesci a carni bianche come sogliola, branzino, nasello, si infarina il pesce, si rosola nel burro (o olio ma la ricetta tradizionale prevede il burro), si sfuma con il vino bianco e si continua la cottura con il brodo di pesce; prima di toglierlo dal fuoco si condisce con limone e prezzemolo.

Idee e ricette per cucinare il pesce in padella

In questa sezione troverete idee, spunti, consigli e indicazioni per appetitose ricette di pesce in padella, per creare gustosi aperitivi, sfiziosi primi e secondi dal gusto leggero.
Ricette facili e veloci da realizzare con i vostri ingredienti preferiti, per creare piatti di sicuro successo, da ricette di pesce in padella tradizionali a quelle dal gusto un po’ esotico per scoprire sapori nuovi.

Un’idea originale, perfetta per un primo piatto dal gusto sorprendente è la Calamarata con fiori di merluzzo e zucchine romanesche con i loro fiori, provatela anche con l’aggiunta di mollica di pane soffritta.
Se volete replicare una classica ricetta da ristorante, scenica e invitante provate la tagliata di tonno con pomodori, olive e capperi, vi consigliamo anche di provare la tagliata di tonno condita con un’emulsione di succo di limone, succo d’agave e salsa di soia servita poi su un “letto” di mandorle, noci, nocciole e sesamo tostati e tritati.