Condividi su
Condividi su

Come cucinare le verdure

Come cucinare le verdure – come si cucinano le verdure
“ Ricche di vitamine, minerali e fibre ma relativamente povere di calorie e di sodio e costituite in elevatissima percentuale da acqua, frutta e verdura sono alla base di una dieta corretta ed equilibrata, come indicato dalle linee guida per una sana alimentazione italiana [1]. ”

Il termine “verdure” genericamente indica erbe commestibili e ortaggi coltivati costituiti da piante intere, foglie, frutti, germogli o radici.

Impareremo come cucinare le verdure con i principali metodi di cottura per lasciare a bocca aperta i vostri ospiti grandi e piccini. 

Il colore delle verdure durante la cottura può variare significativamente, tuttavia con qualche semplice trucchetto vedremo come evitare effetti indesiderati. 

Vedremo come cucinare le verdure con 10 regole fondamentali e affronteremo la cottura per ebollizione, la sbianchitura, la cottura alla griglia, stufata, marinata, glassata, al forno, frittura e vi daremo trucchi e consigli per deliziosi piatti unici o squisiti contorni da preparare in pochissimo tempo, con l’aiuto delle verdure surgelate.

10 regole per cucinare le verdure

1. Per cucinare le verdure bollite evitate di tagliare a pezzi le verdure da cuocere per limitare la dispersione di nutrienti durante la cottura. Cuocete gli ortaggi al dente per non alterarne troppo consistenza e sapore.

2. Per cucinare le verdure fate sempre molta attenzione ai tempi di cottura. Gli ortaggi, come le patate ad esempio, necessitano di essere cotte alla perfezione perché non possono essere consumate crude. Altri ortaggi, come i broccoli e le carote, dovrebbero rimanere di un bel colore brillante durante la cottura e risultare sempre piuttosto croccanti.

3. Per cucinare le verdure come spinaci e bietole e non disperdere troppo i loro principi nutritivi vi consigliamo di cuocerli in poca acqua bollente (circa ¼ del volume dei vegetali), altrimenti per fruire al massimo delle loro proprietà consumateli crudi in insalata (in questo caso dovrete scegliere foglie tenere) o al vapore. 

4. Non esagerate mai con il sale per evitare di coprirne troppo il sapore delicato, prediligete piuttosto l’utilizzo di spezie e erbe aromatiche che possano esaltarne il gusto.

5. Cucinare le verdure in acqua: questa tecnica, detta sbianchitura, si utilizza per diverse ragioni e consiste nell’immergere i vegetali in acqua bollente a pentola scoperta per alcuni secondi (solitamente fino alla ripresa del bollore) per poi scolarli e immergerli in acqua e ghiaccio e utilizzarli come previsto dalle varie ricette. Nel caso dei pomodori e peperoni questa tecnica serve per favorirne la pelatura, alcune erbe amare si sbollentano per attenuarne il sapore molto forte; questa pratica risulta utile anche per fissare il colore vivo di molti ortaggi. 

6. Per cucinare le verdure brasate (soprattutto lattuga, cavolo, indivia, scarola, cime di rapa e finocchi) bisogna pulire e tagliare le verdure in pezzi di grandi dimensioni, eventualmente sbianchirle, lasciarle insaporire con un soffritto e bagnare con un liquido (brodo o acqua) per poi continuare la cottura in forno o pentola fino all’evaporazione, quasi completa, del liquido. 

7. Per cucinare le verdure glassate, cottura utilizzata solitamente per carote, finocchi, rape e cipolline, si rosolano a fiamma bassa per qualche minuto gli ortaggi, puliti e lavati e si aggiungono miele o zucchero, acqua o succo d’arancia e si continua la cottura nel tegame o in forno fino ad ottenere delle verdure un po’ lucide. Questa cottura è assolutamente perfetta per creare degli squisiti contorni. 

8. Se amate la cottura delle verdure alla griglia, non dimenticate di marinarle prima di cuocerle, questo passaggio, per cucinare le verdure ma anche per cucinare il pesce è fondamentale per una questione di sapore e umidità e vi aiuterà a non bruciare le verdure. 

9. Se volete cucinare le verdure ma non avete il tempo o voglia di pulirle, le verdure surgelate possono essere una vera comodità: già tagliate, sbucciate, sbollentate e pronte da essere utilizzate per le vostre ricette preferite. 

10. I benefit delle verdure surgelate è che non è necessario cucinare l’intera verdura, ma è possibile consumare solo la quantità desiderata, senza avere il pensiero che qualcosa vada a male dopo pochi giorni, inoltre cucinare le verdure surgelate è garanzia di qualità del prodotto poiché il tempo che passa dalla raccolta al surgelamento è molto limitato. Un altro pregio è che le verdure surgelate sono sempre reperibili e disponibili, anche quando non prettamente di stagione.