Condividi su
Condividi su

Il ruolo e l’importanza delle verdure nell’alimentazione

Povere di calorie, ma ricche di nutrienti e antiossidanti, le verdure sono parte integrante di una dieta equilibrata. In questa sede, osserveremo da vicino le loro caratteristiche nutrizionali e scopriremo quali proprietà le rendono così importanti per il nostro organismo.

VERDURE E ALIMENTAZIONE: LE CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DELLE VERDURE

Fatta eccezione per i semi e i tuberi, le verdure vantano un basso apporto energetico (in media, circa 20-30 kcal ogni 100 g di prodotto). Il loro contenuto calorico è quasi interamente rappresentato dai carboidrati semplici, mentre proteine e grassi svolgono soltanto un ruolo marginale.

Le verdure sono inoltre ricche d'acqua (fino al 95% del loro peso). Hanno poi un ottimo quantitativo di fibra, che, pur non avendo di per sé valore nutritivo, è essenziale per la regolazione di molteplici funzioni fisiologiche.

Consumare verdura   ai pasti principali significa, inoltre, fare il pieno di vitamine e minerali. Tra le vitamine più comunemente presenti nelle verdure, ricordiamo quelle del gruppo A, C, E e K, ma anche i folati, di cui sono ricche le verdure a foglia. Per quanto riguarda il contenuto salino, spiccano soprattutto minerali come magnesio, potassio, zinco e selenio. Nelle verdure sono spesso presenti anche ferro e calcio, tuttavia in forma poco biodisponibile.

VERDURE E DIETA: L'IMPORTANZA DI INSERIRLE NELLA DIETA

Il consumo regolare di verdura apporta notevoli benefici all'organismo. L'abbondanza d'acqua, ad esempio, reidrata il fisico e promuove il mantenimento dell'equilibrio salino.

La ricchezza di fibra conferisce alle verdure ulteriori proprietà. Oltre a regolarizzare l'intestino e a favorire il senso di sazietà, le fibre migliorano la funzione metabolica in quanto rallentano la digestione e prolungano i tempi di assorbimento soprattutto degli zuccheri riducendo il rischio di insorgenza di diabete; aiutano a migliorare anche i livelli di colesterolo importante per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

La presenza di vitamine, in particolare A e C e di altre sostanze quali gli antiossidanti contribuisce a ridurre la formazione di radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

CONSIGLI E SUGGERIMENTI PER LE VERDURE NELLA DIETA

Come abbiamo visto, le verdure hanno diversi effetti positivi sull'organismo. Portarle in tavola quotidianamente, nella misura di 2/3 porzioni al giorno, è il segreto per godere al massimo dei loro benefici.

Per fare il pieno di vitamine e nutrienti, è importante consumare vegetali di diverso tipo. Per semplicità, le verdure si possono classificare per colore. Via libera, quindi, a un vero e proprio arcobaleno nel piatto: se le verdure rosse sono ricche di licopene e vitamina C, quelle giallo-arancio apportano carotene e antocianine; le verdure bianche vantano un buon contenuto di quercetina, mentre gli ortaggi a foglia verde sono un'ottima fonte di magnesio, acido folico e folati.

Ricordiamo, infine, che un'ottima alternativa al prodotto fresco è rappresentata dalle verdure surgelate. Oltre alla praticità di avere verdure già pulite e pronte all'uso, queste vengono congelate subito dopo la raccolta, così da conservare intatti tutti i nutrienti fino alla cottura.

Fonti:

  • https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/verdura.html
  • https://www.organicfacts.net/health-benefits/vegetable
  • https://www.greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/9570-arcobaleni-frutta-verdura
  • http://www.cure-naturali.it/verdura/3628